Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2017 > 5° Appuntamento Mondiale Giovani per la Pace. 13 maggio a Padova

5° Appuntamento Mondiale Giovani per la Pace. 13 maggio a Padova

06-04-2017

Una giornata di dialogo, testimonianze, musica per far incontrare le generazioni nel segno della speranza. Decine di migliaia di giovani di Italia e del mondo insieme per dire che si può rispondere all’odio con la vita, l’impegno e grandi ideali. Il 5° "Appuntamento Mondiale Giovani della Pace", l’iniziativa promossa dal Sermig approda a Padova, a Prato della Valle, sabato 13 maggio.    
Alla conferenza stampa di presentazione era presente per la Provincia di Padova il presidente Enoch Soranzo.
La giornata ruoterà intorno al tema “L’odio non ci fermerà. Ripartiamo dall’amore”. Al mattino, ospiterà una serie di dialoghi tra i giovani e i rappresentanti del mondo degli adulti in alcuni luoghi simbolici di Padova. Domande e risposte sui grandi temi di oggi: l’economia, la politica, la pace, la scienza, ma anche la sfera delle relazioni, la bellezza, la spiritualità. I relatori, già ospiti dell'Università del Dialogo del Sermig, sono Stefano Zamagni, Paul Bhatti, Giorgia Benusiglio, Simona Atzori, Marco Tarquinio, Caterina Bellando ("zia Caterina"), Cesare Falletti, Claudio Monge, Fabrizio Curcio, i detenuti del carcere 2 Palazzi.
“É un appuntamento – ha detto Soranzo - che ribalta il format classico, non sono in questo caso le istituzioni che parlano ai giovani, ma sono i giovani che parlano a noi. Fondamentale quindi il ruolo della Fiera come spazio “al servizio” della città nel quale poter riprendere la tradizione di Civitas, per restituire uno spazio dove coltivare e far crescere questo grande patrimonio fatto di persone, valori, capacità di innovazione. Sarà una grande occasione per tutti, ma soprattutto per i giovani, per conoscere il terzo settore, i suoi valori, l’umanità che anima chi ogni giorno lavora con l’obiettivo di costruire una società migliore.”
“Ripartire dall’amore non è un concetto sdolcinato, – dice Ernesto Olivero, fondatore del Sermig – l’amore non è un sorriso, non è un buon sentimento, ma un fatto: è una scelta di vita per il bene, è un grande ideale, è un sì detto alla giustizia. È questo l’amore da cui ognuno di noi può ripartire per cambiare il mondo”.
Nel pomeriggio, invece, si svolgerà il grande incontro di piazza con testimonianze di giovani di diversi paesi e la presentazione della “Carta dei Giovani”, un documento di impegni concreti che sarà poi consegnato idealmente alla generazione degli adulti. Saranno invitate per l’occasione personalità italiane e internazionali, non per parlare, ma per ascoltare i giovani in nome della concretezza, del dialogo, della speranza che costruisce.
Sul sito www.mondialedeigiovani.org si può trovare il programma, l’inno della giornata e altri materiali. Da Torino si stanno organizzando dei pullman per partecipare all'incontro. Chi é interessato può contattare la segreteria Sermig mandando una mail a mondiale@sermig.org o telefonando al  n. 3332572126.

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict