Informazioni generali

AVVISO
Si informano gli utenti che la Provincia di Padova ha attivato il nuovo sportello on-line per il rilascio di autorizzazioni per veicoli eccezionali  o trasporti in condizioni di eccezionalità, in convenzione con la Città Metropolitana di Venezia. 
Il nuovo sportello on-line è accessibile al seguente link: https://trasportiec.cittametropolitana.ve.it/WAMswf40/Default.aspx

Previo accreditamento mediante compilazione del "modulo di accesso", le pratiche potranno essere inoltrate all'Ufficio Trasporti Eccezionali della Provincia di Padova selezionando come Ente competente: Provincia di Padova.
e aziende/agenzie già abilitate sulla piattaforma della Città Metropolitana di Venezia o di Veneto Strade Spa non necessitano di ulteriore accreditamento. 
A partire da gennaio 2021 la Provincia di Padova accetterà solo pratiche inoltrate tramite il suddetto portale.

----------------

La  Provincia di Padova, ai sensi  L.R.V. n. 60/1994, esercita le funzioni amministrative per il rilascio di autorizzazioni di trasporti eccezionali su delega regionale; ha istituito a tal fine l'“Ufficio Trasporti Eccezionali” nell'ambito del  Settore Viabilità della Provincia.
Esso si occupa del rilascio delle autorizzazioni alla circolazione dei veicoli e trasporti in condizione di eccezionalità (art. 10, comma 6, del C.d.S.) nonché delle macchine agricole ed operatrici eccezionali (art. 104, comma 8 ed art. 114, c. 3, del C.d.S.).
Ai sensi dell’art. 2 della citata Legge Regionale, le autorizzazioni sono rilasciate dalla Provincia di Padova:

  • per i veicoli eccezionali, se il richiedente ha sede legale in provincia di Padova;
  • per i trasporti in condizioni di eccezionalità, se il luogo dove si trova il carico da trasportare ricade in Provincia di Padova.

Qualora il veicolo provenga da un'altra Regione la competenza è della Provincia il cui territorio è interessato per primo dal passaggio del veicolo per il quale si richiede l'autorizzazione.
La Provincia rilascia l’autorizzazione per l’intero territorio regionale limitatamente a strade regionali, provinciali e comunali, anche con riferimento ad eventuali  "elenchi strade", previo eventuale nulla osta degli enti proprietari delle strade.

Si raccomanda di prendere visione delle limitazioni al transito e/o degli elenchi strade presenti nella sezione "Altre informazioni" 

Tempi

15 giorni dalla richiesta.
Si invitano le ditte richiedenti autorizzazioni singole o multiple a trasmettere la richiesta con adeguato anticipo rispetto alla data fissata per il viaggio (possibilmente 30 giorni prima), poichè le verifiche di transitabilità possono in alcuni casi necessitare di approfondimenti tecnici e quindi di eventuali motivate dilazioni dei tempi di rilascio delle autorizzazioni rispetto al termine di legge (ex art. 10, comma 9 bis lettera a) del D. Lgs 295/1992 e art. 14, comma 2 del relativo Regolamento di Attuazione).

Documentazione da presentare

Domanda  alla  Provincia di Padova, redatta sui modelli resi disponibili alla sezione Modulistica, corredata dei documenti di seguito indicati:

  • fotocopia del libretto di circolazione;
  • modello autocertificazione in caso di fotocopie dei documenti di circolazione connfotocopia del documento d’identità;
  • dichiarazioni ai sensi del D.Lgs. 285 del 1992 e DPR 495 del 1992;
  • ricevuta comprovante l’avvenuto versamento.

    Schemi grafici tipo per macchine agricole

Costi

- € 16,00 per imposta di bollo per ogni autorizzazione (o proroga) richiesta
- € 16,00 per imposta di bollo per ogni autorizazione rilasciata (e per ogni anno, se biennale)
- €  47,80 per autorizzazioni di macchine agricole, macchine operatrici, veicoli ad uso speciale, mezzi d’opera, autorizzazioni periodiche
- €  93,50 per il rilascio di autorizzazioni singole o multiple (mezzi con percorsi prestabiliti)
- €  47,80 per proroga delle autorizzazioni multiple o singole
- "diritti d'urgenza" ai sensi dell'art.6 del DPR 31/2013 pari al diritto dovuto per il rilascio dell'autorizzazione richiesta
- eventuale indennizzo per maggiore usura

Modalità di pagamento

Per l'imposta di bollo, mediante una delle modalità attualmente individuate:

- versamento mediante F23
allegare copia del modello F23 con l’attestazione dell’avvenuto pagamento dell’imposta di bollo dell’importo di € 16,00 / € 32,00 / € 48,00.=.
Il modello, con le relative istruzioni, è reperibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it
sezione: Cittadini / pagamenti e rimborsi / modalità di pagamento / F23 / come versare.
Per la compilazione si forniscono le seguenti indicazioni:
Campo 11 “codice tributo” 456T;
Campo 12 “descrizione“ riportare imposta di bollo su Domanda TE ditta xxxxxx targa XXXXXX.

2- Bollo digitale @e.bollo
allegare ricevuta acquisto bollo digitale e riportare il codice della marca da bollo digitale acquisito attraverso
il servizio @e.bollo dell'Agenzia delle Entrate

3- Bollo cartaceo
allegare dichiarazione di avvenuto annullamento bolli cartacei (v.modulistica) riportando i codici bollo nei campi appositamente previsti.

Oneri di istruttoria, maggiore usura, diritti d'urgenza:

- pagamento tramite il Portale dei Pagamenti mypay della Regione Veneto, alla pagina dei pagamenti ente beneficiario la PROVINCIA DI PADOVA
Si prega di visionare le novità normative in vigore dal 1° luglio 2020 alla pagina Come pagare i servizi della Provincia di Padova

A chi rivolgersi

Orari di apertura

Lunedì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 16.30
Mercoledì dalle 10.00 alle 12.00
Giovedì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 16.30

 

Contatti

Ultimo aggiornamento:

03/06/2021

Normativa

Ulteriori informazioni:

Chiarimenti operativi in merito alle competenze dalle uscite autostradali in Provincia di Padova

Elenchi strade per autorizzazioni trasporti eccezionali

  • Allegato autorizzazioni mezzi d'opera fino alle 56 TON
    Autorizzazione alla circolazione di veicoli eccezionali o trasporti in condizioni di eccezionalità.
    Autorizzazioni periodiche per transito di veicoli classificati mezzi d’opera; art.54, lettera n, D.P.R. 285/92. 

  • Allegato autorizzazione per trasporto di macchine operatrici
    Autorizzazione alla circolazione di veicoli eccezionali o trasporti in condizioni di eccezionalità.
    Autorizzazioni periodiche per trasporto di macchine operatrici; art. 13, comma 2 lett. B, parag. b, D.P.R. 495/92, peso complessivo non superiore a ton. 56.

  • Allegato autorizzazione transito macchine operatrici (autogrù)
    Autorizzazione alla circolazione di veicoli eccezionali o trasporti in condizioni di eccezionalità.
    Autorizzazioni periodiche per transito di macchine agricole/operatrici a uso speciale, artt. 104 e 114, D.Lvo 285/1992.  

  • Allegato autorizzazione transito di autoveicoli ad uso speciale
    Autorizzazione alla circolazione di veicoli eccezionali o trasporti in condizioni di eccezionalità.
    Autorizzazioni periodiche per transito macchine operatrici ad uso speciale, art. 10, comma 1; D.Lvo 285/1992; (eccedenza dimensioni e/o peso) 

  • Allegato autorizzazione periodica fino a 44,00 TON
    Autorizzazione alla circolazione di veicoli eccezionali o trasporti in condizioni di eccezionalità.
    Autorizzazioni di tipo periodico validità semestrale: art 13, comma 2, lett.A, D.P.R. 495/92;
    (larghezza fino mt. 3,00).

  • Allegato autorizzazione transito di mezzi agricoli
    Autorizzazione alla circolazione di veicoli eccezionali o trasporti in condizioni di eccezionalità.
    Autorizzazioni periodiche per transito di macchine agricole/operatrici a uso speciale, artt. 104 e 114, D.Lvo 285/1992.

Usura convenzionale ai sensi dell'art. 18 c. 5 DPR 495/92 da riferire alla massa complessiva quale risulta dalla carta di circolazione:

Ipotesi di frazionamento indennizzo

Responsabili

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria:

Trasporti eccezionali (Responsabile: Baldassarre Stefano )

Responsabile del procedimento:

Responsabile del provvedimento

Dirigente o funzionario responsabile

Titolare del potere sostitutivo (persona a cui rivolgersi in caso di inerzia nel procedimento)

Segretario generale

Strumenti di tutela riconosciuti dalla legge:

Ricorso al TAR nel termine di 60 giorni o in alternativa ricorso al Capo di Stato nel termine di 120 giorni, entrambi decorrenti dalla data di notifica o comunicazione dell’atto o dalla piena conoscenza di esso.