Come noto, le Regioni del Bacino Padano sono caratterizzate da specifiche condizioni orografiche e meteoclimatiche, che favoriscono la formazione e l'accumulo nell'aria di inquinanti, quali PM10, Ossidi di Azoto e Ammoniaca.

Tali situazioni di inquinamento rendono estremamente difficile il raggiungimento del rispetto dei valori limite di qualità dell'aria previsti dalla Direttiva 2008/50/CE.

La Regione Veneto per contrastare l'inquinamento atmosferico, ha approvato il Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell'Atmosfera (DCR n. 90 del 19/04/2016), prevedendo l'istituzione del Comitato di Indirizzo e Sorveglianza (C.I.S) in ambito regionale e dei Tavoli Tecnici Zonali (T.T.Z) in ambito provinciale.

Il suddetto piano prevede che per ogni Provincia venga costituito un Tavolo Tecnico Zonale, presieduto e coordinato dal Presidente della Provincia e composto dai Comuni del territorio provinciale, con il compito di attuare per il territorio di competenza gli indirizzi del Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell'Atmosfera e coordinare le misure a livello comunale.

Il T.T.Z. ha il compito di coordinare gli interventi finalizzati a ridurre e contenere i superamenti delle soglie di allarme e dei valori limiti delle sostanze inquinanti.

A seguito della DGRV 2130/2012 che ha approvato l'aggiornamento della zonizzazione del territorio regionale, in vigore dal 01/01/2013, nel territorio provinciale di Padova sono previste le seguenti zone:

ZONA - IT 0510 “Agglomerato di Padova”, costituito dai Comuni di Abano Terme, Albignasego, Cadoneghe, Casalserugo, Legnaro, Limena, Maserà di Padova, Mestrino, Noventa Padovana, Padova, Ponte San Nicolo’, Rubano, Saccolongo, Saonara, Selvazzano Dentro, Vigodarzere, Vigonza e Villafranca Padovana;

ZONA - IT 0513 “ Pianura”, costituto dai Comuni di Arzergrande, Borgoricco, Borgo Veneto, Bovolenta, Brugine, Campo San Martino, Campodarsego, Campodoro, Camposampiero, Carceri, Carmignano Di Brenta, Cartura, Casale Di Scodosia, Cervarese Santa Croce, Cittadella, Conselve, Curtarolo, Due Carrare, Este, Fontaniva, Galliera Veneta, Gazzo, Grantorto, Loreggia, Lozzo Atestino, Massanzago, Megliadino San Vitale, Monselice, Montagnana, Montegrotto Terme, Ospedaletto Euganeo, Pernumia, Piazzola Sul Brenta, Piombino Dese, Piove di Sacco, Polverara, Ponso, Pontelongo, San Giorgio Delle Pertiche, San Giorgio in Bosco, San Martino di Lupari, San Pietro in Gu’, San Pietro in Viminario, Santa Giustina in Colle, Sant’Angelo di Piove di Sacco, Terrassa Padovana, Tombolo, Trebaseleghe, Veggiano, Villa del Conte, Villanova di Camposampiero;

ZONA IT 0514 “Bassa Pianura e Colli”, costituto dai Comuni di Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli Di Sopra, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Boara Pisani, Candiana, Castelbaldo, Cinto Euganeo, Codevigo, Correzzola, Galzignano Terme, Granze, Masi, Merlara, Piacenza D'Adige, Pozzonovo, Rovolon, Sant'Elena, Sant'Urbano, Solesino, Stanghella, Teolo, Torreglia, Tribano, Urbana, Vescovana, Vighizzolo D'este, Villa Estense, Vo'.

Il TTZ IT 0510 “Agglomerato di Padova”, riunitosi in data 22/07/2019, ha riconosciuto la specificità del Comune di Padova (DGRV 836/2017) ed ha approvato la proposta base di limitazione per gli autoveicoli presentata al tavolo dalla Provincia di Padova per i Comuni con popolazione inferiore ai 30.000 abitanti, unitamente alle altre misure previste dalla DGRV 836/2017 con Disposizione n. 39 del 22/07/2019.

Per le Zone “Pianura” e “Bassa Pianura e Colli” la Provincia di Padova ha altresì convocato specifici Tavoli Tecnici Zonali in data 6 e 9 settembre u.s. affinché tutti i Comuni del territorio provinciale possano attivarsi per la messa in atto di azioni di contenimento dell'inquinamento atmosferico, attraverso l'adozione di ordinanze, anche con riferimento alle specificità territoriali e socio economiche del contesto locale. (DGRV 1500 del 16/10/2018)

Il meccanismo di attivazione delle misure di contenimento dell'accumulo degli inquinanti è un sistema a semaforo che prevede tre livelli (sulla base del numero di superamenti del valore limite di PM10):

Arpav emette nelle giornate di lunedì e giovedì (giornate di controllo) un bollettino riguardante i livelli di allerta PM10.

I dati relativi alla qualità dell’aria si possono consultare alla pagina dedicata del sito ARPAV.

Le misure per il contenimento dell'inquinamento atmosferico sono in vigore dal 1° ottobre 2019 al 31 marzo 2020.

ORDINANZE COMUNALI di Limitazione del Traffico:

30/09/2019