Nuovi contributi per le associazioni micologiche della Provincia di Padova. Il settore Agricoltura ha stanziato 3mila 500 euro a favore di sei realtà associative del territorio: il gruppo micologico culturale padovano di via Crescini a Padova, il gruppo micologico naturalistico “Colli Euganei” di vicolo Benedetto Marcello a Montegrotto Terme, l’associazione micologica “Bresadola”, con sede in via Bezzecca, 17 a Padova, il gruppo micologico naturalistico culturale di Monselice, l’associazione micologica “Saccardo” con sede in via Madonna della Salute, 148 a Padova e il gruppo micologico Cittadellese in stradella Nico D’Alvise, 1 a Cittadella.   

“I contributi – ha detto Vincenzo Gottardo, consigliere provinciale delegato all’Agricoltura - sono finalizzati al sostegno di iniziative rivolte alla diffusione, alla conoscenza e alla tutela del patrimonio micologico. La Nuova Provincia di Padova, attraverso queste realtà,  ha avviato dei corsi, tutti realizzati a titolo gratuito, per informare la popolazione sui rischi e sulle insidie connesse alle attività di raccolta dei funghi e per sensibilizzare i cittadini verso il rispetto della natura e la salvaguardia dell’ambiente e del territorio. Un ringraziamento particolare va quindi a tutti i gruppi micologici del territorio che mettono a disposizione la loro esperienza e professionalità per realizzare queste importanti iniziative”.     

L’obiettivo è quello di puntare all’educazione e alla prevenzione del rischio tossicologico per una salvaguardia dei tanti appassionati, ma anche dell’ambiente. Per questo è assolutamente prezioso il lavoro svolto dalle associazioni micologiche nel promuovere la conoscenza dei miceti e il ruolo che svolgono negli habitat in cui si sviluppano.

I corsi, organizzati dalle diverse associazioni micologiche, saranno tutti a titolo gratuito e tratteranno le seguenti tematiche:

1. Introduzione al mondo dei funghi: tipologie, riproduzione, sistema nutrizionale, habitat
2. Funghi a lamelle: principali generi e specie più significative - parte I
3. Funghi a lamelle: principali generi e specie più significative - parte II
4. Funghi a tuboli e pori: principali generi e specie più significative
5. Afilloforali, ascomiceti e gasteromiceti: principali generi
6. Cenni di tossicologia: funghi velenosi e commestibili
7. Legislazione e comportamento

Le varietà dei funghi sono circa 30mila e spesso le somiglianze fra specie commestibili e velenose sono forti. Da una parte quindi bisogna prevenire gli avvelenamenti educando gli appassionati ad approfondire con lo studio le proprie conoscenze. Fondamentale è quindi la collaborazione della Provincia con le associazioni micologiche, affinché i corsi promossi possano rappresentare non solo un’occasione unica per imparare, ma un’opportunità per promuovere il nostro territorio e i suoi luoghi più suggestivi.

29/01/2018