Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2018 > Social Day: i risultati del progetto di cittadinanza attiva

Social Day: i risultati del progetto di cittadinanza attiva

25-05-2018

Per il 6° anno consecutivo, Padova e il suo territorio hanno partecipato alla Giornata Nazionale del “Social Day: nuovi cittadini dal locale al globale”, evento sul tema della partecipazione giovanile promosso dall’Associazione Fratelli dell’Uomo con il patrocinio della Provincia di Padova e finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS). Si tratta di una giornata d’azione, fortemente simbolica, durante la quale più di 830 studenti di 8 Comuni del padovano, 11 scuole, 27 classi e 4 gruppi informali, insieme a oltre 130 realtà tra privati, associazioni ed enti pubblici, hanno raccolto ben 4.000 €.

Le somme serviranno, insieme a quanto raccolto da altre altre associazioni, per finanziare 1 progetto nazionale e 2 progetti di cooperazione internazionale. Con questi numeri si è chiuso quindi il Social Day 2017 e si è aperta la tredicesima edizione. I risultati sono stati presentati dal consigliere delegato ai Servizi sociali della Provincia di Padova Luigi Bisato e dalle formatrici dell’Associazione Fratelli dell'Uomo, Maricica Gherghinis e Alessia Lazzaretto. Erano inoltre presenti i rappresentanti di alcune scuole partecipanti (Scuola Media A. Gemelli di Piombino Dese, Scuola Edile Camin Padova, Istituto “Salesiano Manfredini” di Este).

“Questo progetto – ha spiegato il consigliere Bisato – ha davvero il grande pregio di far sentire i giovani attivi, di dare loro la possibilità di costruire e realizzare idee usando la testa e le mani in modo che escano dal guscio virtuale in cui sempre più spesso alcuni si chiudono. La partecipazione e l’entusiasmo che hanno messo nei vari progetti, dimostrano che i giovani hanno ancora valori forti e tanta creatività, ma che vanno aiutati ad esprimerla con iniziative di cittadinanza attiva e attenzione alle persone.

La qualità dei progetti portati avanti è così alta che personalmente sono molto fiducioso per il futuro della nostra società. Le istituzioni, gli insegnanti e tutte le persone che hanno una responsabilità educativa, devono solo continuare a dare ai ragazzi la possibilità di esprimersi con iniziative che moltiplichino le relazioni sociali vere e il loro impegno nel territorio. Il Social Day è uno straordinario veicolo formativo che come Provincia sosteniamo da tempo anche per garantire ai giovani di avviare contatti con le tante realtà associative del territorio e, perché no, favorire la nascita di collaborazioni di lavoro o volontariato”.

Durante l’incontro, i partecipanti del Social Day hanno potuto portare le loro testimonianze dirette attraverso interventi di docenti, formatori e studenti. È stata presentata anche la rosa dei progetti di cooperazione che saranno finanziati con i fondi raccolti dagli stessi protagonisti. I progetti che verranno sostenuti dal ricavato del Social Day 2018 sono stati scelti direttamente dai giovani delle scuole superiori che hanno partecipato al percorso formativo e sono:

  • 10 %: il progetto della cooperativa “Teranga” realizzato ad Occhiobello (Rovigo) dall’Associazione Libera e dalla Cooperativa Di Tutti I Colori per la costruzione di una rete sociale per fronteggiare il rischio dell’emarginazione dei richiedenti asilo;
  • 45%: il progetto “Vivere a Malika, nonostante la precarietà economica e la presenza della discarica” in Senegal, realizzato dall’associazione Fratelli dell’Uomo per incentivare la possibilità per i piccoli operatori economici di accedere al microcredito e ad iniziative di formazione professionale;
  • 45%: il progetto “Mojoca, Movimento Giovani di strada di Città del Guatemala” portato avanti dall’Associazione Nats Per…per l’accompagnamento di ragazzi di strada affinché possano progettare nuovi percorsi di vita con opportunità per loro inedite.

“Il Social Day – hanno spiegato le referenti del progetto Maricica Gherghinis e Alessia Lazzaretto - è un progetto di cittadinanza attiva e partecipazione giovanile rivolto a bambine/i e ragazze/i di tutte le fasce di età, dalle elementari fino alle superiori e ai gruppi informali (scout, centri di aggregazione giovanile, Consigli Comunali dei Ragazzi…) al fine di implementare, grazie all’esercizio dei propri diritti, la diffusione di una cultura di solidarietà e di volontariato. Tutte le scuole che in Italia hanno partecipato al progetto hanno inoltre dedicato una giornata, il cosiddetto “Social Day”, ad attività ideate dagli stessi studenti per sostenere progetti di cooperazione nazionale e internazionale.

La costruzione di questa giornata diventa un processo intenso di cittadinanza attiva, attraverso il quale i giovani vivono momenti formativi sui temi dei diritti, della cooperazione internazionale, della pace e della giustizia e, sperimentano la possibilità di farsi direttamente portavoce di realtà distanti e diverse dalla propria”.

Quest'anno hanno aderito 11 Istituti scolastici di Padova e Provincia (Padova, Piazzola sul Brenta, Marsango, Piombino Dese, San Giorgio delle Pertiche - Arsego, Solesino, Este, Cittadella), con 834 ragazzi che il 13, 14 e 18 Aprile hanno realizzato svariate attività a beneficio della comunità grazie anche all'appoggio delle amministrazioni comunali, delle scuole stesse, della rete di associazioni e organizzazioni del terzo settore, dei commercianti e dei piccoli imprenditori; oppure avvalendosi del supporto dei genitori, parenti, vicini e amici.

STORIA E RETE Il progetto Social Day nasce in Europa negli anni ’60 ed arriva in Italia nel 2006. Promosso da una ventina di cooperative e associazioni, viene supportato e realizzato dall’Associazione Fratelli dell’Uomo Onlus già da sei anni, con il coinvolgimento sempre più ampio di giovani e realtà territoriali.L’undicesima edizione del Social Day del 2016 ha visto la partecipazione di più di 9000 studenti delle scuole di ogni ordine e grado delle province di Lodi, Padova, Pisa, Trento, Treviso, Verona, Venezia e Vicenza ed ha permesso di raccogliere 88.200 euro destinati al finanziamento di sette progetti di cooperazione, sviluppo ed impegno civico in Italia e nel mondo.

L’associazione Fratelli dell’Uomo è un’ONG di cooperazione internazionale membro di Frères des Hommes Europe che, in rete con Francia, Belgio e Lussemburgo, opera in America Latina, Africa e Asia. Da quasi 50 anni, incoraggiamo e sosteniamo le organizzazioni del Sud del Mondo, promuovendo progetti e iniziative sulla difesa dell’ambiente e delle risorse naturali, sul diritto al cibo, la formazione e l’economia solidale. Da amici e alleati, guidiamo e consigliamo i nostri partner per difendere la libertà e l’autodeterminazione delle comunità coinvolte. Crediamo che ognuno di noi, abbia il privilegio e l’onere di un cambiamento verso modelli di sviluppo più solidali. Per questo, in Italia, svolgiamo attività di informazione, educazione e sensibilizzazione nelle scuole e sul territorio.

Per info:
www.socialday.org | #socialday2018 |
veneto@fratellidelluomo.org
Telefono: 3807085078 
Contatti: ONG Fratelli dell’Uomo Onlus  - Maricica Gherghinis, referente Social Day 
maricica.gherghinis@fratellidelluomo.org

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict