Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2017 > Siglato il gemellaggio tra Padova e Kherson

Siglato il gemellaggio tra Padova e Kherson

02-10-2017

È stato siglato nei giorni scorsi il “Giuramento di Fraternità” tra la Provincia di Padova e la Regione di Kherson, in Ucraina. Per la Provincia era presente il vicepresidente Fabio Bui accompagnato dal Console Onorario Marco Toson.
Il giuramento legherà i due Paesi in una crescente collaborazione, per promuovere il dialogo, scambiare esperienze e impegnarsi in attività congiunte che possano favorire un miglioramento reciproco in tutti i diversi settori economico produttivi, incoraggiando e sostenendo gli scambi tra i cittadini, nel rispetto delle loro diversità.
Il vicepresidente Bui ha sottolineato come “Negli ultimi tre anni gli investimenti padovani hanno raggiunto un valore pari a 500 milioni di euro, in particolare nei settori del tessile, dell’industria e delle costruzioni. Ma l’Ucraina ha molto da offrire anche nel campo delle energie rinnovabili e dell’agroalimentare: solo a Cherson ci sono 2 milioni di ettari di terreno per l’agrocultura e un milione di ettari per la coltivazione del grano. Ringrazio quindi l’Ambasciatore ucraino in Italia S.E. Yevhen Perelygin che, da convinto sostenitore del gemellaggio, ha costantemente monitorato i passaggi burocratici e formali della procedura in stretta sinergia con l’Ambasciata d’Italia a Kiev. I miei ringraziamenti vanno inoltre al Presidente della Provincia di Padova, Enoch Soranzo, che tanto si è impegnato perché quest’azione andasse a buon fine e al Console onorario di Padova, Marco Toson, che si è speso per raggiungere un obiettivo così prestigioso”.
Il Giuramento di Fraternità nasce a seguito dell’incontro che si è tenuto nella sede istituzionale della Provincia di Padova lo scorso dicembre, e che ha concretizzato un dialogo iniziato  già nel 2009. La grande trasformazione che sta vivendo l’Ucraina fa sì che il gemellaggio sia utile per agevolare anche scambi di buone pratiche sul funzionamento degli enti locali italiani, in particolare riguardo a tematiche di bilancio, viabilità, territorio, economia, istruzione e aggregazione di Comuni. La Provincia di Padova, e alcuni esempi di unione di Comuni del padovano, rappresentano in questo senso un’eccellenza che la Regione di Cherson potrà considerare per migliorare il sistema amministrativo esistente.

“Quest’impegno comune – ha aggiunto Bui - è andato nella direzione di rafforzare gli ottimi legami già esistenti da anni tra le due realtà territoriali attraverso un patto bilaterale. Sono convinto che questo gemellaggio porterà buoni frutti nell’ambito degli scambi imprenditoriali, culturali, turistici, istituzionali e amministrativi”.
Il Giuramento di  Fedeltà rappresenta un’opportunità enorme anche per la Regione di Cherson e per tutto il tessuto produttivo del nostro territorio, in particolare per le aziende padovane presenti in Ucraina, particolarmente attive nel settore del tessile, nella lavorazione del legno, ma anche nella consulenza assicurativa e finanziaria. Il rinnovamento voluto di recente dal popolo Ucraino ha aperto le porte a nuovi spazi d’investimento, e il nostro augurio è che questa intesa possa contribuire a far diventare l’Ucraina un partner sempre più stretto dell’Italia. Il patto, infatti, rappresenta un modello che sarà seguito anche da altre Regioni italiane e agevolerà la presenza di interlocutori e strutture qualificate per le aziende italiane che vogliano accrescere i margini di export nella realtà ucraina.
Le attività previste dal gemellaggio rientrano naturalmente nell’ambito della normativa nazionale e, per quanto riguarda la Provincia di Padova, anche in quella europea.

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict