Società cittadini > Relazioni Internazionali > Iniziative - progetti > Progetto Europeo SOLIDEuropa, Solidarietà tra Donne in Europa

Progetto Europeo SOLIDEuropa, Solidarietà tra Donne in Europa

23-11-2017

Si è concluso lunedì 9 ottobre il progetto Europeo SOLIDEuropa, Solidarietà tra Donne in Europa,  co-finanziato dal Programma europeo Europa per i Cittadini, che ha affrontato il tema della solidarietà in tempi di crisi mettendo a confronto cinque città europee, Gazzo - Italia, Varna - Bulgaria, Bacsalmas -  Ungheria, Agia - Grecia e Mioveni - Romania.

Il progetto ha avuto inizio giovedì 5 ottobre presso il Municipio di Gazzo alla presenza delle autorità cittadine, di rappresentanti delle amministrazioni di altri 5 comuni: Veggiano, Campodoro, Grantorto, Piazzola sul Brenta e Carmignano sul Brenta, del Comitato pari Opportunità, di cittadini e volontari delle organizzazioni che hanno contribuito a realizzare l'incontro inserito nella  festa del volontariato e nella tradizionale fiera franca cittadina. In tutto hanno partecipato all'apertura ufficiale circa 60 persone.

Venerdì 6 ottobre, la Consigliera Provinciale delegata alle Pari Opportunità, Alice Bulgarello, ha dato il via al seminario presso la sede provinciale. Tema: il confronto tra le città partner sulle politiche di parità.
Con il discorso di benvenuto, la consigliera Bulgarello ha sottolineato che “parlare di solidarietà e di pari opportunità non è mai abbastanza perché le cronache sulle violenze e gli abusi verso le donne sono purtroppo sempre più all’ordine del giorno” ed ha poi affermato che “è necessario che il dibattito arrivi in sede europea, e ...che si parta dalla cultura. Bisogna avviare tutta una serie di iniziative comuni che gettino basi più solide per un cambiamento di mentalità fondato su rispetto, educazione e solidarietà”.

Nel corso della mattinata sono state presentate le risposte alle cinque domande rivolte a cittadini dei cinque partner. I 32 questionari raccolti rappresentano uno spaccato delle condizioni sociali delle comunità, soprattutto nel campo delle pari opportunità,  dei cittadini che vivono in Europa sia in grandi che in piccole città, degli effetti della crisi sulle loro vite, delle azioni di solidarietà messe in atto dalle comunità  e delle amministrazioni.  I rispondenti hanno dato indicazioni sui cambiamenti che ritengono necessari per avere un'Europa più solidale e dell'intervento che chiedono alle Istituzioni europee per colmare il divario sociale tra i cittadini.

Nel Report 2017 sulla parità tra donne e uomini nell'UE della Commissione Europea  si evidenzia che,  malgrado i progressi compiuti dal 2010,  per alcuni capitoli, come la differenza salariale, all'attuale andamento il gap potrà essere colmato solo tra un secolo. Riguardo invece alla statistica sulla partecipazione delle donne  al mercato del lavoro, in cui Italia e Grecia sono collocate agli ultimi posti per occupazione femminile con il 52% e 48%, nel 2016 la Commissione Europea ha inviato a 10 Paesi membri, tra cui Italia e Romania, paesi partner di questo progetto, una raccomandazione  per spingere sul terreno dei servizi alla prima infanzia a prezzi abbordabili, per l'abbattimento delle barriere all'indipendenza economica, mettendo a disposizione anche risorse dei fondi strutturali,  FSE e FESR.

Le slides delle presentazioni del seminario sono reperibili a questa pagina.

I 25 ospiti stranieri, assieme ai componenti del comitato, hanno partecipato alla serata del volontariato alla quale ha presenziato l'On.le Elisabetta Gardini, membro del Parlamento Europeo. Le delegazioni si sono presentate ai  350 cittadini gazzensi  presenti nella tendostruttura, hanno ascoltato l'esecuzione degli inni nazionali di tutti i cinque paesi e visitato la mostra fotografica dedicata al tema della Terra, con  contributi di fotografi delle loro rispettive città.

Il progetto è proseguito sabato mattina con la visita alla scuola media di Gazzo dove ragazzi di due classi, tra questi alcuni extracomunitari, hanno incontrato le delegazioni  intrattenendosi con loro sul significato della cittadinanza europea e della loro appartenenza a due comunità, quella di Gazzo e quella europea. Nel corso dell'incontro è stato proiettato e commentato il video “Gioca Europa” realizzato dall'Ufficio Europe Direct del Comune di Venezia. L'obiettivo del modulo ludico-didattico e dell'incontro con cittadini di popoli diversi era  l'avvicinamento dei giovani studenti ai valori dell’Unione europea e della solidarietà. Alla serata del volontariato hanno partecipato circa 500 persone che hanno dimostrato grande curiosità per questo progetto europeo, il primo di questo tipo  a svolgersi nella piccola cittadina di 4.300 abitanti posta a cavallo tra le province di Padova e Vicenza.

Presso la Fiera franca di domenica 8 ottobre le delegazioni, assistite dal comitato pari opportunità di Gazzo, hanno allestito uno stand   per distribuire i volantini sugli eventi europei, sulle azioni comunali e per dialogare con il pubblico. Le  delegazioni bulgara e ungherese hanno colto l'invito di  organizzare  una degustazione con i loro prodotti tipici locali. Il Comune di Gazzo ha approfittato della fiera per presentare le proprie tipicità e fare incontrare gli ospiti europei con produttori locali di prodotti caseari.
La delegazione ungherese si è detta interessata a condurre con Gazzo un progetto su questo tema.

Il progetto ha sollevato notevole interesse tra i cittadini di Gazzo che non avevano mai avuto l'occasione di essere coinvolti in un progetto europeo. Anche  tra i cittadini più giovani ha suscitato interesse l'invito a  incontrarsi e a partecipare ai progetti europei  trasmesso dai giovani bulgari provenienti da Varna, Capitale Europea della Gioventù 2017.  

Le delegazioni si sono salutate con l'impegno di valorizzare le risorse giovanili delle loro comunità. Infatti, Gazzo  ha inserito nelle priorità di governo le politiche giovanili e gli scambi culturali. Per quanto riguarda le future collaborazioni, le delegazioni si sono dette disposte a continuare il confronto sulle pari opportunità ed a mettere al primo posto della collaborazione i progetti per i giovani. La città di Varna proporrà a  Gazzo il gemellaggio con  un partner bulgaro.

- Rassegna stampa

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione

Progetto Europeo SOLIDEuropa, Solidarietà tra Donne in Europa


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict