Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2017 > Mille Miglia a Chilometro Zero per 2.500 commensali

Mille Miglia a Chilometro Zero per 2.500 commensali

16-05-2017

Saranno oltre 2.500 i partecipanti alla Cena di Gala prevista per giovedì 18 a Prato della Valle, in concomitanza con l’arrivo della prima tappa della celebre corsa storica Mille Miglia.

L’esperienza più che decennale di Ristorando Catering & Banqueting è valsa alla società di Camposampiero l’assegnazione dell’incarico per il servizio di ristorazione per la serata, caratterizzato da un menù completamente a Km Zero come da richiesta dell’organizzazione.
L’annuale corsa, che rievoca le edizioni classiche tenute dal 1927 al 1957, ha infatti tra gli scopi quello di valorizzare i territori attraversati dalla carovana, composta quest’anno da oltre 450 auto.

Anche l’aspetto enogastronomico, fiore all’occhiello del nostro Paese, sarà dunque protagonista della manifestazione, soprattutto vista la caratura internazionale di molti equipaggi, provenienti da 36 diverse nazioni di 5 continenti.

L’Automobile Club di Padova è chiamato a coordinare la tappa locale, in collaborazione con quello di Brescia che da sempre organizza la manifestazione.
La serata partirà dalle ore 19 con la cena riservata ai 1.000 ospiti VIP: autorità, media, sponsor, sostenitori e appassionati della Mille Miglia che avranno modo di godere da vicino il successivo arrivo della carovana. Quest’anno il significato dell’evento sarà ancora più unico perché andrà a celebrare ben tre ricorrenze: i 90 anni della stessa Mille Miglia, i 70 della Ferrari e i 70 della Polizia Stradale.

Dalle 21.30 è previsto l’arrivo dei primi equipaggi. Si uniranno così alla cena altri 1.500 commensali: piloti, co-piloti, staff di gara e le squadre di assistenza meccanica che per tutta la notte renderanno Prato della Valle una officina a cielo aperto, impegnandosi nella manutenzione dei preziosi bolidi.

Il menù prevede 5 isole di antipasti misti, primi, secondi, contorni e dessert, tutto rigorosamente preparato con materie prime padovane e venete. Si andrà dalle tagliatelle di seppia nostrana e zucchine di S. Erasmo allo strudel con i funghi del Montello, dalla frittatina alle erbette spontanee di campo al prosciuttino di vitello affumicato ai legni di faggio, dalle crespelle di ricotta magra con rosole e salsa di porro novello al cosciotto di vitella tagliato a vista.
Le persone vegetariane e vegane avranno naturalmente una proposta dedicata.

Per i vini sarà presente alla serata l’Associazione Italiana Sommelier del Veneto, che con i suoi associati sarà impegnata a far degustare agli ospiti le eccellenze vinicole del territorio. La cena si concluderà con il dolce realizzato da Ristorando e con i prodotti di un’altra realtà dell’Alta Padovana, la Antoniana Caffè. Anche il Panificio Galvan di Abano Terme e il Mercato AgroAlimentare di Padova – MAAP saranno coinvolti come sponsor dell’iniziativa, contribuendo all’offerta di filiera a Km zero.

La squadra di Ristorando, per l’occasione, sarà composta da quasi 50 persone tra personale di cucina e di sala, coadiuvate da oltre 130 ragazzi degli istituti alberghieri locali. Saranno impiegati oltre 10 automezzi, 350 tavoli, 2.500 sedie, 10.000 piatti e quasi 2 kilometri di tovaglie.

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict