Lavoro Formazione Istruzione > Edilizia scolastica > Rassegna stampa > Liceo Curiel: affidati i lavori per la succursale di via Pierobon

Liceo Curiel: affidati i lavori per la succursale di via Pierobon

19-05-2016

Sono stati affidati in via definitiva i lavori di risanamento e messa in sicurezza che riguardano la succursale del Liceo Curiel di via Pierobon, ad Arcella. L’importo complessivo di progetto stanziato dalla Provincia è di 400mila euro, di cui 315mila sono le somme totali in appalto.
“Le nostre scuole – ha spiegato il presidente della Nuova Provincia Enoch Soranzo – ha bisogno di interventi costanti per garantire la miglior qualità di vita, studio e lavoro a studenti, docenti e a tutto il personale. Per questo la manutenzione e la messa in sicurezza del patrimonio scolastico provinciale rappresentano priorità imprescindibili che ci vedono costantemente impegnati nel reperire risorse e dare il via all’elenco di interventi che abbiamo previsto di fare”.
In particolare, la succursale del Curiel in via Pierobon risale agli anni Sessanta e, come tutti gli immobili di quell’epoca, presenta delle criticità che la Provincia intende sanare. I lavori riguarderanno infatti le coperture in eternit e i serramenti non dotati di vetri di sicurezza. Saranno pertanto rimosse le lastre e rifatte le coperture in modo da garantire anche la coibentazione e l’impermeabilizzazione. Verranno sistemate le grondaie e tinteggiate le pareti esterne eliminando i graffiti. Alcuni serramenti sono stati sostituiti recentemente, ma la gran parte presenta ancora un telaio in alluminio e il vetro singolo. Saranno quindi cambiati gli infissi esterni in legno con materiali in alluminio a taglio termico e vetrocamera di sicurezza.
“Questo edificio purtroppo era finito un po’ nel degrado – ha aggiunto il consigliere delegato all’Edilizia scolastica Davide Gianella – quindi il nostro obiettivo è di ridare decoro all’immobile garantendone la sicurezza. La consistenza dell’eternit non destava preoccupazioni, ma abbiamo preferito intervenire il prima possibile per evitare che le condizioni di conservazione e il tempo non lo sgretolassero. Infine, visto che i ponteggi erano necessari per rifare il tetto, abbiamo voluto ridipingere le facciate per eliminare le scritte e garantire ambienti di studio maggiormente consoni a una scuola. Infine, rifaremo anche le recinzioni e la pavimentazione degli spazi esterni”.

 
Bookmark and Share


 


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict