Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2017 > La mobilità elettrica in Italia a portata di dita

La mobilità elettrica in Italia a portata di dita

21-06-2017

G.M.T. in collaborazione con Sonepar ha presentato il sistema evoluto atto alla gestione e all'utilizzo di colonnine di ricarica elettrica: ZapGrid. Il sistema è la risposta efficace al principale limite alla diffusione su larga scala della mobilità elettrica in Italia, l'interoperabilità tra le infrastrutture di ricerca (le cosiddette colonnine) gestite da operatori differenti. ZapGrig, fruibile con samrt phone tramite una semplice App, mette in rete le stazioni di ricarica rendendole accessibili  a tutti in un'ottica di E-mobility smart.
Il convegno, svoltosi al Centro Culturale Altinate San Gaetano, ha visto la presenza del presidente della Nuova Provincia di Padova Enoch Soranzo, Gianfranco Nicolè, presidente G.M.T  S.p.A. e Sergio Novello, Amministratore Delegato Sonepar.
"Questi momenti di incontro - ha detto Soranzo -   segnano un passo concreto verso la riduzione del gap tecnologico sulla mobilità elettrica in Italia. E' vero che il nostro Paese è fanalino di coda rispetto ad altre realtà europee più veloci di noi rispetto all'utilizzo delle auto elettriceh, ma questo dato ci deve dire una cosa sola: è tempo di invertire il trend e investire perché ci sono margini per un nuovo boom economico legato a questo settore. G.M.T. e Sonepar ci hanno creduto e un plauso va a tutte le aziende che hanno deciso di puntare sull'innovazione perchè è questa la parola chiave attorno a cui si gioca il futuro industriale, culturale e occupazionale italiano. Il messaggio è chiaro: i nostri ragazzi devono poter trovare anche in Italia, anche in Veneto, anche a Padova, sbocchi professionali che li arricchiscano e motivino. Ringrazio quindi G.M.T. che ha saputo guardare avanti coinvolgendo i nostri "cervelli" per realizzare uno strumento utile che ci aiuterà ad affrontare al meglio i cambiamenti che ci aspettano".
All'impegno di G.M.T. nel garantire un sistema integrato in cui le diverse componenti interagiscono efficientemente tra di loro, offrendo all'utente una più vasta e intuitiva infrastruttura di ricarica, si affiancano le strategie e i finanziamenti delle istituzioni pubbliche, parte attiva nello sviluppo della mobilità elettrica in Italia. Il Piano Infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica, redatto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha stanziato oltre 30 milioni di euro per l'installazione entro il 2020 di circa 19.000 punti di ricarica.

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict