Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2018 > Istituto Selvatico. Il presidente Soranzo: “Abbiamo stanziato i soldi, trovato gli investimenti e avviato l’iter"

Istituto Selvatico. Il presidente Soranzo: “Abbiamo stanziato i soldi, trovato gli investimenti e avviato l’iter"

15-03-2018

“I soldi reali, veri, cash per il restauro dell’Istituto Selvatico la Nuova Provincia li ha messi e trovati. L’adozione del bilancio 2018 che ho firmato martedì 13 marzo formalizza che i 4,5 milioni di euro ci sono tutti. Di questi, 2 milioni 250 mila euro arrivano grazie al finanziamento da noi ottenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nel novembre scorso. Gli altri 2 milioni 250 mila euro sono risorse proprie della Provincia. Una volta licenziato il bilancio dal Consiglio provinciale entro il prossimo 30 marzo, partiremo subito per bandire la gara per l’affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva. Da cronoprogramma, seppur sfidante, vorremmo bandire la gara per l’affidamento dei lavori entro il 2018.

Stiamo collaborando (e li ringraziamo per questo) a stretto contatto con il Genio civile, la Sovrintendenza e tutti gli altri enti coinvolti per accelerare al massimo l’ottenimento dei pareri di legge obbligatori. Dal 1 aprile, come promesso sia alla preside Annelisa Squizzato, sia alla struttura scolastica, agli studenti e a tutta la cittadinanza, attiveremo con la Sovrintendenza un tavolo di coordinamento per l’ascolto e il coordinamento degli aspetti progettuali. Adesso, il tempo guadagnato dalla determinazione che la Nuova Provincia ha messo in campo con il finanziamento certo a bilancio, deve essere speso in modo proficuo da parte di tutti per rispettare il cronoprogramma stabilito.

La Sovrintendenza ha inoltre chiesto al Ministero circa 900mila euro di fondi aggiuntivi per intervenire, eventualmente nel 2020 (data di finanziamento prevista dal Ministero), sul restauro delle sculture e dei gessi. Con questo ente condivideremo passo passo la progettazione al fine di prevedere un coordinamento ottimale tra la fase immediata degli interventi di nostra competenza relativi al fabbricato e quello futuro, legato alla presenza delle opere d’arte interne.

Queste sono le azioni concrete messe in campo dalla Provincia il giorno dopo la necessaria chiusura per inagibilità della scuola. Abbiamo risposto con i fatti a una questione che è senza ombra di dubbio nel cuore nostro e di tutti padovani. Ora attendiamo che anche gli altri facciano altrettanto e che tutti passino dai buoni propositi agli atti concreti per riportare i ragazzi nelle loro aule nel minor tempo possibile”.

Enoch Soranzo
Presidente della Provincia di Padova

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict