Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2016 > Inaugurato un nuovo polo formativo all’Istituto Bernardi di Padova

Inaugurato un nuovo polo formativo all’Istituto Bernardi di Padova

15-01-2016

Una nuova Academy è stata inaugurata all’Istituto Professionale “E. Bernardi”  di Padova dedicata alla formazione professionale dei  futuri meccanici.
L’accordo per il nuovo polo formativo è stato siglato con TexaEdu “Tecnologie Elettroniche X l’Automotive” e il Ministero dell’Istruzione e della Ricerca.
Alla cerimonia erano presenti Anna Lazzarin consigliere provinciale delegata all’Istruzione e Offerta Scolastica, Luciano Arianna dirigente scolastico dell’Istituto Bernardi, Andrea Bergamo dirigente dell’Ufficio di Ambito Territoriale di Padova e Rovigo, Luigi Minen di TexaEdu, e molti docenti e studenti dell’Istituto.
Il progetto offre un programma didattico completo e aggiornato sulle competenze tecniche richieste alla figura del meccatronico, con una serie di corsi specifici sulla diagnosi dei moderni sistemi presenti nei veicoli di ultima generazione.
“A seguito dell’introduzione di tecnologie elettroniche nei veicoli - ha detto Anna Lazzarin – anche il mercato della riparazione ha subito notevoli cambiamenti. Oggi non esiste più il meccanico di un tempo da viti e bulloni, la conoscenza delle componenti meccaniche rappresenta soltanto una piccola parte delle abilità necessarie. Oggi per poter intervenire sui sistemi elettronici che governano i veicoli moderni è necessaria una nuova e più approfondita preparazione, sempre più specialistica, che metta il meccanico nelle condizioni di conoscere e riparare le anomalie dei dispositivi elettronici. L’accordo siglato oggi ci consente di raggiungere l’eccellenza per la preparazione degli studenti che si affacciano al mondo del lavoro con una marcia in più e con la preparazione che lo stesso richiede. TexaEdu è un’azienda che lavora con la scuola e dentro la scuola per la formazione professionale dei ragazzi specifica e collegata con il sistema produttivo”.
L’Istituto è stato dotato di aule con simulatori, postazioni singole in cui i formatori di Texa eseguono corsi sulla diagnosi elettronica applicata alle vetture e officine meccaniche dove effettuare direttamente le prove pratiche sui veicoli a disposizione con gli strumenti di diagnosi.
Particolarmente orgoglioso Luciano Arianna, dirigente scolastico dell’Istituto Bernardi dove sono già 170 gli studenti che seguono questo indirizzo. “La nuova formazione consentirà agli alunni di fare una diagnosi sulle automobili per individuare il buon funzionamento o le anomalie e poter intervenire. L’accademia con TexaEdu permette agli studenti e insegnanti di aggiornarsi sulle nuove tecnologie e sui metodi di diagnostica. Si tratta di una grande opportunità non solo per l’Istituto ma anche per il mondo imprenditoriale perché possiamo formare studenti già aggiornati e al passo con i tempi”.
“L’idea di contribuire alla formazione delle nuove leve – ha concluso Luigi Minen responsabile formazione tecnica Texa – è un progetto attivo già dal 2004 che sottolinea inoltre l’importanza di creare una sinergia tra pubblico e privato. Oggi le auto sono sempre più complesse e articolate, ci sono strumenti diagnostici di alto livello che Texa produce, ma è necessario che i futuri meccanici abbiano una formazione adeguata al passo con i tempi. La preparazione professionale diventa quindi sempre più complessa: dalla competenza nella diagnosi, riparazione e manutenzione della componentistica meccanica all’elettronica di un autoveicolo, alle sue caratteristiche, l’evoluzione e il funzionamento delle principali tipologie di motore. L’obiettivo è quello di preparare i ragazzi con una conoscenza approfondita che consentirà loro di essere competitivi nel mondo del lavoro”.

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict