Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2016 > Il nuovo volto della Maratona di Padova - S. Antonio

Il nuovo volto della Maratona di Padova - S. Antonio

15-02-2016

Nuova. E ancora più bella. L’edizione della Maratona di Padova – XVII S.Antonio, in programma domenica 17 aprile 2016, segnerà una svolta nella storia dell’evento, offrendo un nuovo format in grado di richiamare un numero ancora maggiore di appassionati. Alla base c’è un percorso interamente rivoluzionato che, partendo dallo Stadio Euganeo, già teatro di numerose edizioni del Meeting internazionale di atletica leggera, si snoderà verso la zona dei Colli Euganei attraverso Rubano, Selvazzano Dentro e Teolo, rimanendo però sempre in pianura e raggiungendo Abano Terme (che sarà anche il punto di partenza della Mezza maratona), per rientrare in centro storico.

Rimarranno alcuni degli ingredienti che in questi anni hanno permesso all’evento organizzato da Assindustria Sport di affermarsi come uno degli appuntamenti più importanti del calendario podistico internazionale, a partire dalla Mezza maratona, passando per le Stracittadine, per la partecipazione degli atleti delle categorie paralimpiche e per il coinvolgimento delle charity, impegnate in nuovi, importanti progetti di solidarietà. Ma, per molti aspetti, questo sarà un nuovo, esaltante inizio.

IL PERCORSO. Da Padova, passando attraverso Rubano, Selvazzano e Teolo il nuovo tracciato - disegnato dall’architetto Stefano Bassan, misuratore internazionale Aims-Iaaf - giunge nel cuore pedonale di Abano Terme, sfilando davanti al Kursaal e allo storico Hotel dell’Orologio, per tornare verso la città del Santo. Abano Terme è anche il punto d’avvio della Mezza maratona: la linea di partenza è situata in via Liberale da Verona. Il ritorno a Padova avviene attraverso zona Mandria e via Goito: l’ingresso in centro storico transitando lungo via Vescovado e Piazza del Duomo. La gara attraversa la parte più suggestiva della città, toccando Piazza dei Signori, Piazza della Frutta, passando a fianco del Caffè Pedrocchi, del Palazzo del Bo e di fronte alla Basilica di Sant’Antonio, luogo simbolo della cristianità. Fino a concludersi nello straordinario scenario offerto da Prato della Valle.

LE STRACITTADINE E LA FESTA POPOLARE. La Maratona è anche un contenitore di eventi collaterali di grande impatto popolare. In particolare, le Stracittadine - le corse non competitive che hanno il proprio fulcro in Prato della Valle - nelle ultime stagioni hanno saputo coinvolgere oltre 20 mila persone, facendo dell’evento una grande festa della città e del suo territorio. E proprio alle Stracittadine è legata la “10km Challenge”, che sarà cronometrata, dando modo ai podisti che ancora non sono pronti per le prove agonistiche di correre in modo più competitivo.

Ad animare Prato della Valle provvede anche l’Expo, uno spazio espositivo di circa 1.500 metri quadri interamente dedicato al mondo dello sport, affiancato da uno stand gastronomico di 650 metri quadri. E, all’interno del settore “fun”, viene allestita un’area per i più piccoli all’insegna del fantasy: giochi gonfiabili gratuiti, laboratori creativi, trucca-bimbi, balli di gruppo, spettacoli di magia.

Ma la festa coinvolgerà anche tutti i comuni attraversati dal percorso pronti a partecipare con iniziative ad hoc nei giorni precedenti e, soprattutto, la domenica della gara. Gruppi di band musicali animeranno la corsa, inoltre, nel corso dei mesi precedenti, saranno organizzate attività di avvicinamento alla Maratona, coinvolgendo le scuole, le parrocchie e i commercianti.

PARTECIPARE? SEMPLICISSIMO. Iscriversi alla Maratona di Padova è facilissimo: è possibile farlo via fax, posta oppure direttamente on-line. Tutte le informazioni sono disponibili nel sito www.maratonasantantonio.it, nelle pagine dedicate alle iscrizioni.

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict