Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2017 > Este: sopralluogo alla palestra dell’Istituto vescovile e all’ex scuola Zanchi

Este: sopralluogo alla palestra dell’Istituto vescovile e all’ex scuola Zanchi

09-03-2017

Il presidente della Nuova Provincia di Padova Enoch Soranzo e il sindaco di Este Roberta Gallana hanno visitato la palestra dell’Istituto tecnico commerciale “Atestino” (ricavata nell’ex chiesa di San Francesco) e l’edificio che ospitava le scuole medie Zanchi nel quartiere Meggiaro di Este. Si tratta di due strutture di proprietà della Provincia, oggi inagibili per i danneggiamenti subiti durante il terremoto del 2012 (l’ex chiesa) e con la tromba d’aria che colpì la città estense nel 2014 (la scuola). Il sopralluogo è servito a capire in quale condizione versano gli edifici e cercare delle soluzioni per poterli recuperare e restituire alla comunità di Este.
“Ho voluto rendermi conto di persona di quale fosse la situazione – ha spiegato il presidente Soranzo – in particolare fa male al cuore vedere come è messa la palestra dell’ex chiesa che era stata tutta rinnovata e che va sicuramente recuperata in qualche modo. Già durante questo sopralluogo ho avanzato alcune ipotesi al sindaco e adesso ci daremo da fare anche con i nostri uffici per realizzarle. La situazione della scuola Zanchi, invece, è diversa per la particolarità di tutta la struttura. In ogni caso, l’amministrazione comunale potrà contare sulla nostra collaborazione per eventuali progetti vorrà avanzare”.
All’interno dell’ex chiesa il tempo si è fermato al 2012. Ci sono delle crepe visibili sulle pareti e sulla facciata provocate dalle lesioni del terremoto. Per quanto riguarda la scuola Zanchi, il fortunale del 2014 ha divelto il tetto creando numerosi problemi di infiltrazioni di acqua tanto da rendere l’edificio inagibile. Entrambi gli immobili venivano usati come palestre sia a servizio degli istituti scolastici vicini, che delle associazioni sportive.
“La richiesta che abbiamo avanzato alla Provincia – ha spiegato il sindaco Gallana – è in particolare di poterci fornire una quantificazione economica dei danni. Con questo dato in mano, potremo fare delle valutazioni nella speranza di riportare la situazione a quella che era prima delle due calamità visto che al momento Este ha due palestre in meno. La chiesa ha il vantaggio di essere un monumento storico e quindi lavoreremo con il presidente Soranzo per attingere a qualche fondo specifico. Per la scuola il discorso è più complicato perché il consumo energetico dell’edificio è enorme. In ogni caso sono fiduciosa perché sarebbe bello recuperarla in funzione della Cittadella dello Sport e del Polo scolastico che sorge nel quartiere Meggiaro, uno dei più popolosi della città”.

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict