Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2016 > Concorso cinematografico “Padova in 101 minuti, il film”

Concorso cinematografico “Padova in 101 minuti, il film”

24-02-2016

Padova in 101 minuti, il film” è un progetto che nasce dall'idea di un gruppo di cineasti padovani desiderosi di raccontare la loro città attraverso la realizzazione di un film lungometraggio, composto di una ventina di film cortometraggi (episodi) della durata compresa tra quattro e otto minuti. Questo permetterà di realizzare un lungometraggio dove diversità di temi e di linguaggi cinematografici daranno vita a un ritratto della città di Padova veramente unico.

Alla conferenza stampa di presentazione erano presenti Fabio Bui, vicepresidente della Provincia di Padova, Enrico Rinuncini, sindaco del Comune di Ponte San Nicolò, Sandro Vecchiato delegato di Confindustria Padova, Carlo Bettin, ideatore e produttore, Alessandro Davanzo, ideatore, produttore e Presidente di “Corti a Ponte”, Vasco Mirandola, giurato, regista e attore, Paola Tellaroli, giurata e scrittrice

C'è tempo fino al 25 giugno 2016 per inviare una sceneggiatura o un racconto: l'invito alla partecipazione è gratuito e rivolto a tutti, artisti, giornalisti, scrittori, filmaker... A chiunque abbia una storia da raccontare.

“Si tratta di un’ iniziativa del tutto originale e innovativa – dice Fabio Bui – è come un nuovo biglietto da visita per Padova. Il lungometraggio sarà infatti l’occasione non solo per valorizzare differenti talenti artistici, ma anche per presentare la città in modo dinamico e inedito, con episodi raccontati attraverso gli occhi dei suoi abitanti, alla scoperta di emozioni ed esperienze da ricordare. Territorio e cinema, per la spettacolarità delle immagini, hanno una concreta possibilità di fare da volano turistico. “Padova in 101 minuti” potrà essere  uno strumento efficace per far conoscere anche nuove destinazioni, creare un legame più stretto con coloro che abitano la realtà territoriale e che più ne conoscono ricchezze, tradizioni, storia e valori”.

Una Padova d’inizio del terzo millennio, un intreccio sapiente e coinvolgente di storie di finzione ambientate in questa meravigliosa città. Il film diventerà il documento tuttora mancante di una città che si racconterà attraverso gli umori, le appartenenze, le sensibilità, le aspettative, le speranze, le nostalgie, le specificità, le ricchezze e le debolezze dei suoi abitanti.

“Produrre un film lungometraggio sulla città di Padova – spiega Alessandro Davanzo -  significa avere una grande passione per il cinema e un grande amore per la città in cui si è nati. Passione e amore sono i due pilastri che sostengono la sfida che abbiamo deciso di affrontare,  sommati al sostegno economico e finanziario che i padovani e le categorie economiche vorranno offrire per questo ambizioso progetto. Un cammino condiviso anche con le istituzioni che potranno contribuire a rendere completo il quadro che vorremmo pennellare. La Padova d'inizio del terzo millennio potrà così specchiarsi sui racconti e sulle storie che gli autori avranno dipinto per lei.”

Un progetto che vuole lasciare un segno di storia e memoria, come spiega Carlo Bettin, ideatore e produttore: “Un paese, una città, un villaggio senza storia diventa un luogo senza memoria e come uno smemorato perde la sua identità. Il cinema, è storia, è memoria, è... identità”.

Sacro e profano s'intrecciano da sempre in questa città: da un lato Sant'Antonio, santo taumaturgo, che con la basilica che porta il suo nome è meta di un continuo pellegrinaggio da parte dei suoi fedeli, dall'altro Galileo Galilei, fondatore della scienza sperimentale, simbolo di una tra le Università più antiche e prestigiose al mondo, un’attrazione, per i giovani che ogni anno numerosi vi si iscrivono.

Le sceneggiature che andranno a comporre il lungometraggio verranno selezionate da una giuria composta dal Presidente Mario Brenta (Università di Padova, regista, sceneggiatore, direttore della fotografia ); da Alessandro Davanzo e Carlo Bettin ( produttori esecutivi del progetto, registi e sceneggiatori), dall'attore e regista Vasco Mirandola e dalla scrittrice Paola Tellaroli che ha largamente scritto sulla città di Padova e alla quale va senz'altro la maternità del titolo di questo progetto. L'organizzazione produttiva del film sarà a cura dell'Associazione di Promozione Sociale “Corti a Ponte” di Ponte San Nicolò (Pd).
“Padova in 101 minuti, il film” è un progetto patrocinato dalla Regione del Veneto, dalla Provincia di Padova, dal Comune di Padova, dal Comune di Ponte San Nicolò, da Confindustria e dal D.M.O. Una coralità di interlocutori per un progetto corale che prevede la realizzazione di un unico flusso narrativo, il film lungometraggio “Padova in 101 minuti, il film”.

Per saperne di più sul progetto e per accedere al regolamento visitate il sito:  www.padova101minuti.it o la pagina facebook dedicata.

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict