Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2018 > Commemorazione del 103esimo anniversario del Genocidio Armeno

Commemorazione del 103esimo anniversario del Genocidio Armeno

24-04-2018

Per la comunità armena di Padova, così come per gli armeni di tutto il mondo, il 24 aprile rappresenta una giornata di ricordo e riflessione.

Nel 103esimo anniversario del genocidio del popolo armeno, l’amministrazione provinciale intende unirsi a questa comunità nel commemorare una delle pagine più buie del secolo scorso.

L’associazione Italiarmenia e il Comune di Padova hanno organizzato alcune iniziative e una cerimonia commemorativa che si è svolta a Palazzo Moroni con la deposizione di una corona di alloro, davanti al bassorilievo in bronzo a ricordo dei martiri del genocidio armeno. Alla cerimonia erano presenti: Fabio Bui, vicepresidente della Provincia di Padova, Arturo Lorenzoni, vicesindaco del Comune di Padova, Vahé Moumdjian, rappresentante della Comunità Armena e dell’associazione Italiarmenia, padre Grigorian Zakevos, della Congregazione Mechitarista dell’isola di San Lazzaro degli Armeni (Venezia), gli studenti della scuola secondaria di I grado “G. Mameli” di Padova e il maestro Aram Ipekdjian che ha eseguito musiche armene.

“Una giornata di riflessione in difesa della pace, dei diritti delle minoranze e del rispetto della vita – ha detto Fabio Bui -  il genocidio è una tragedia che ha colpito da vicino i genitori, i nonni e i bisnonni di chi ha origini armene, ma che diventa monito e messaggio per tutti noi cittadini. Un dramma che ha distrutto non solo vite umane e popolazioni, ma ancor peggio la loro storia, la loro memoria, tradizioni e usanze, quelle particolarità che rendono così ricca l’esistenza stessa dell’umanità. Oltre allo sterminio, dunque, l’altro grande dramma vissuto dagli Armeni è stato l’annullamento della loro appartenenza. Ecco perché è importante trasmettere la memoria consapevoli di quanto tutti i genocidi siano una minaccia permanente che può ancora colpire tanti popoli. Assumersi l’onere della memoria significa quindi assumere anche l’onere della verità storica o, quantomeno, della tensione alla verità. Si tratta di un diritto delle vittime e di tutto il popolo armeno che non è soltanto dettato da un bisogno di giustizia, ma che rappresenta un elemento imprescindibile della civiltà di un popolo. Anche in Italia e a Padova, la comunità armena si batte perché il ricordo dello sterminio sia conosciuto e studiato. E’ importante che questo appello venga raccolto soprattutto dal mondo della scuola, perché le giovani generazioni possano trarre insegnamento dalla storia e perché gli orrori del passato non si ripetano mai più”.

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict