Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2016 > Colonna della libertà: raduno di mezzi militari d’epoca della II Guerra Mondiale

Colonna della libertà: raduno di mezzi militari d’epoca della II Guerra Mondiale

26-04-2016

- Colonna della Libertà attraversa il territorio provinciale - GALLERIA FOTOGRAFICA

- L'esposizione in Prato della Valle - GUARDA IL VIDEO

- L'esposizione in Prato della Valle - GALLERIA FOTOGRAFICA

- La partenza da Selvazzano Dentro - GUARDA IL VIDEO

- La partenza da Selvazzano Dentro - GALLERIA FOTOGRAFICA

In concomitanza con le commemorazioni per il 71° anniversario della Liberazione, dal 23 al 25 aprile, si terrà sul territorio provinciale padovano l’evento storico-rievocativo “Colonna della Libertà 2016”, organizzato dalla Provincia di Padova, in collaborazione con il Comando Forze di Difesa Interregionale Nord (COMFODI – NORD) dell’Esercito e di 17 Comuni del Padovano, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. La manifestazione è stata presentata dal vice presidente della Provincia di Padova Fabio Bui, dal consigliere delegato Vincenzo Gottardo e dal Capo Ufficio Affari Generali di COMFODI-NORD Colonnello Vincenzo Grasso.
“Il weekend sarà animato da due grandi rievocazioni storiche – ha detto il vice presidente Fabio Bui – una a Merlara sulla Grande Guerra e questa. Sono manifestazioni che come Provincia abbiamo fortemente voluto promuovere perché si rivolgono ai giovani: non esiste futuro senza conoscere il nostro passato, non si costruisce la pace se non si ricorda quanto brutta è stata la guerra”.
La “Colonna della Libertà” è stata realizzata grazie anche al “Nord Apennines Po Valley Park”, un sodalizio nato da un’idea congiunta di un gruppo di musei e associazioni, che hanno lo scopo di preservare la memoria storica degli eventi del II conflitto mondiale e di avvicinare la cittadinanza ai mezzi militari utilizzati durante la guerra, provenienti oggi dalle molte Nazioni coinvolte in quel tragico conflitto.
“É un gran piacere – ha sottolineato il presidente della Provincia, Enoch Soranzo - contribuire con questi eventi alla sensibilizzazione collettiva sui temi della memoria storica, nel ricordo di tutte le vittime del II conflitto mondiale, sulla costruzione di una cultura di pace, rivolgendosi in particolar modo ai cittadini più giovani e sottolineando la necessità di ribadire i valori che furono i pilastri dell’Italia del Dopoguerra come la democrazia, la pace, la famiglia, il lavoro e il rispetto per il prossimo. É dovere delle Amministrazioni pubbliche diffondere sui propri territori, come già accade in molti altri Paesi europei, un turismo storico culturale rivolto anche agli eventi bellici che, se proposto nel giusto contesto, permette di fruire inoltre di tutta l’interessante offerta artistica e culturale locale, raccordando le risorse tematiche del territorio, quasi totalmente sconosciute ai più”.
Antonio Finotti, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, aggiunge: “Condivido lo spirito di questa iniziativa, a cui abbiamo voluto dare il nostro contributo, perché ritengo che tutti noi siamo chiamati a concorrere a tenere viva la memoria della nostra storia, soprattutto quando è segnata da eventi così tragici da influenzare il destino di milioni di persone e di intere nazioni”.
Nell’edizione 2016 il percorso si articolerà lungo le strade venete,  attraversando i centri urbani di Padova, Treviso e del Veneziano, con soste in numerosi Comuni. In particolare, si è voluto portare la manifestazione anche nei territori di Mira, Mirano e Dolo, quale segno di solidarietà verso le comunità locali tanto tragicamente colpite dal devastante tornado del 2015.
“E’ stato fatto un grande lavoro di organizzazione tra la Provincia e tutti i Comuni coinvolti – ha spiegato il consigliere delegato Vincenzo Gottardo – è un evento costruito davvero insieme a tutti, sindaci e cittadini che, in concomitanza con l’Anniversario della Liberazione, hanno voluto impostare le commemorazioni ospitando la Colonna della Libertà. Sono state coinvolte anche le associazioni e le scuole sulle quali come Provincia abbiamo puntato molto perché l’attraversamento di questi mezzi diventi un monito educativo per le nuove generazioni”.
Il 24 aprile la Colonna della Libertà farà tappa a Padova, sostando alla Caserma “O. Salomone” di Prato della Valle, sede dell’Alto Comando Comfodinord, che ospiterà nell’occasione la mostra dei 130 veicoli storici d’epoca e un’esposizione di rari cimeli bellici. Data l’eccezionalità della giornata, la Caserma resterà aperta alla cittadinanza, dalle 14 alle 18.
Il Colonnello Vincenzo Grasso, Capo Ufficio Affari Generali di COMFODI-NORD sottolinea che: “Il Comando Forze di Difesa Interregionale Nord è ben lieto di ospitare, il 24 aprile prossimo, nella caserma “O. Salomone” di Prato della Valle, sede del Comando, la mostra dei veicoli storici d’epoca facenti parte della “Colonna della Libertà”. La mostra statica dei veicoli sarà integrata da un’esposizione  di uniformi d’epoca (chiostro della caserma), curata dal Museo della III Armata di Via Altinate. Per tale, unica, occasione la caserma sarà aperta al pubblico dalle 14 alle 18”.
Il tragitto, che si svilupperà in tre giorni, attraverserà i Comuni di: Saccolongo, Selvazzano Dentro, Camposampiero, Noventa Padovana, Vigonza, Loreggia, Mestrino, Padova, Mirano, Campodoro, Abano Terme, Mira, Piazzola sul Brenta, Montegrotto Terme, Dolo, Campo San Martino, Teolo.

- Locandina

Per informazioni:
http://www.goticatoscana.eu/IT/
http://www.museofelonica.it/

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict