Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2016 > Cantieri in città: la Nuova Provincia di Padova apre due nuovi cantieri

Cantieri in città: la Nuova Provincia di Padova apre due nuovi cantieri

25-03-2016

Al via due nuovi cantieri della Provincia di Padova. Sono iniziati i lavori di ristrutturazione della “Palazzina medievale” in riviera Ruzzante a Padova, dove hanno sede alcuni uffici amministrativi della Questura e dei locali del complesso di via Cave, 178 per ricavare gli spazi per le associazioni di volontariato.
“L’attività della Nuova Provincia di Padova – ha detto il presidente Enoch Soranzo – è caratterizzata dall’avvio di molti progetti, soprattutto relativi alla manutenzione degli immobili. Nel dibattito che si è innescato sull’utilità delle Province, e sulla necessità di garantire sviluppo alle imprese e al tessuto economico, rispondiamo con i fatti. E’ stata realizzata una revisione dell’intero patrimonio e attivati gli interventi di urgenza. Abbiamo proseguito, oltre che con interventi strutturali nelle scuole,  anche con la tutela e la valorizzazione dei beni storici-artistici come la “Palazzina medievale” nel cuore del centro storico e i locali del piano terra dell’immobile di via Cave attualmente utilizzato come deposito. Non posso nascondere le enormi difficoltà di ordine finanziario con cui dobbiamo quotidianamente fare i conti, ma stiamo operando con assoluta determinazione per salvaguardare innanzitutto gli immobili e dare un servizio ai cittadini e alla collettività. Il costo totale dell’opera per la manutenzione della “Palazzina medievale” è di 164.858 euro e ringrazio la Fondazione Cariparo, da sempre sensibile a questi progetti, che ha partecipato con un importante contributo”.
L’edificio di Riviera Ruzzante è stato così denominato probabilmente per la facciata cinquecentesca dell’antico Monastero di S. Chiara che era presente sin dal medioevo in questo sito, ma la costruzione è datata 1966.
La Provincia di Padova ha deliberato di eseguire interventi di ristrutturazione e manutenzione al fabbricato che è attualmente locato alla Polizia di Stato e sede di alcuni uffici amministrativi della Questura di Padova.
I lavori di manutenzione straordinaria riguardano sostanzialmente la revisione del tetto per risolvere i problemi di infiltrazione delle acque meteoriche, la stesura della guaina impermeabilizzante, la sostituzione dei canali di gronda, delle scossaline e dei pluviali, il ricollocamento dei coppi, l’installazione della “linea vita” con ganci in acciaio per i futuri interventi di manutenzione e il consolidamento dei camini in laterizio.
Nel loggiato esterno del primo piano vengono rifatti intonaci, tinteggiature, restauro del colonnato in pietra di Vicenza, la verifica statica dei manufatti con la messa in sicurezza dei frammenti staccati. La rimozione dei depositi di guano, il lavaggio e la spazzolatura della superficie con l’applicazione di un consolidante protettivo.
Al primo piano verranno invece demoliti gli intonaci ammalorati dall’umidità, rifatti i controsoffitti ad alto isolamento e assorbimento acustico, nuove porte interne, nuovi pavimenti, nuovi impianti elettrici, di riscaldamento e idrici-sanitari.
I lavori saranno conclusi entro l’estate di quest’anno.
Per quanto riguarda il complesso immobiliare di via Cave a Padova invece, sono previsti interventi di ristrutturazione sui serramenti, sugli impianti elettrici e idrotermosanitari esistenti, i rivestimenti  del bagno, della pavimentazione e la tinteggiatura di tutti i locali. E’ prevista l’installazione di nuovi sanitari, di un nuovo quadro di comando e apparecchi illuminanti e di tutti gli infissi esterni. I lavori saranno conclusi entro la prima metà di maggio e l’importo di aggiudicazione dell’opera è di 39.062euro.

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict