Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2017 > Approvazione definitiva del Bilancio di Previsione 2017 da parte del Consiglio Provinciale e dell’Assemblea dei Sindaci

Approvazione definitiva del Bilancio di Previsione 2017 da parte del Consiglio Provinciale e dell’Assemblea dei Sindaci

04-08-2017

L’approvazione definitiva del Bilancio di Previsione 2017, con i suoi allegati, c’è stata a Palazzo S. Stefano, nell’ultimo Consiglio utile prima della pausa estiva. Il Presidente, Enoch Soranzo, dopo aver ricordato che il documento aveva già avuto il parere favorevole dall’Assemblea dei Sindaci, tenutasi il giorno prima, ha messo in votazione la proposta ottenendo 9 voti favorevoli e 1 contrario.
Ampio consenso infatti era stato ottenuto dai 57 sindaci o delegati presenti all’Assemblea, che avevano votato favorevolmente il documento, in rappresentanza di 643.045 abitanti del territorio della Provincia.
Contrari i Comuni di Arzergrande, Campo San Martino, Candiana, Cittadella, Mestrino, Pozzonovo, San Giorgio in Bosco, San Pietro in Gù, Vigodarzere. Astenuto solo il sindaco del Comune di Este che ha espresso stima e apprezzamento per il bilancio e il lavoro svolto dalla Provincia, ma ha manifestato nel contempo il proprio dissenso per  la politica del Governo centrale e per le carenze infrastrutturali della Bassa padovana.
“Sono particolarmente soddisfatto – ha detto il presidente della Provincia di Padova Enoch Soranzo – per il risultato ottenuto. Era importante adottare quanto prima questo documento per evitare di continuare a gestire gli interventi in dodicesimi. Buona parte dei fondi in conto capitale messi a bilancio sono finanziati, oltre che da avanzi di amministrazione, anche da un corposo piano di alienazioni. Le unità più cospicue sono l’area del Pp1 e l’unità immobiliare presso il condominio ZIP in Corso Stati Uniti. La proposta è quella di cercare di utilizzare i tempi necessari per la progettazione per consentire nel contempo l’alienazione. La situazione ci vede costretti ad agire in questi termini in quanto non sono avvenuti i trasferimenti che aspettavamo dal Governo centrale. Siamo vittime di un federalismo alla rovescia, perché  sono le Province che devono corrispondere i fondi allo Stato. Nonostante la situazione particolarmente difficile ho trovato grande riscontro e collaborazione da parte della maggioranza dei sindaci del territorio e questo indica che la strada che stiamo percorrendo è sicuramente condivisa”.
Il Consiglio Provinciale è quindi proseguito con la presa d’atto della salvaguardia di bilancio e la presentazione della classificazione/declassificazione di alcuni tratti di strada nel Comune di S. Martino di Lupari, votata da 9 favorevoli e un astenuto.
Il Presidente Soranzo ha poi illustrato l’ultimo punto all’ordine del giorno, la proposta di Giuramento di Fraternità con la Regione ucraina di Cherson, approvata all’unanimità.
“In questi mesi – ha ricordato Soranzo - abbiamo avuto diversi contatti con il Consolato ucraino per promuovere scambi commerciali e know out tra il nostro territorio e Cherson. Dopo il via libera del Consiglio, saremo autorizzati ad attivare l’iter burocratico per il riconoscimento formale da parte del Consiglio dei Ministri. Anche la Camera di Commercio, ed altri enti padovani, stanno collaborando a questo progetto, che non escludo possa portare inoltre a sviluppi  nell’organizzazione di eventi culturali e sportivi, di rilievo internazionale.”

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict