Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2016 > 54° Congresso Nazionale dei Giovani Commercialisti a Padova

54° Congresso Nazionale dei Giovani Commercialisti a Padova

14-04-2016

"Il Commercialista Revisore, valore aggiunto per la professione, valore economico-sociale per le imprese" è il titolo del congresso dei giovani commercialisti in corso dal 14 al 16 aprile al Centro Culturale San Gaetano.
É intervenuto per la Provincia di Padova il vicepresidente Fabio Bui che ha sottolineato l'importanza di una visione strategica sul futuro, un confronto tra le diverse esperienze e un momento di condivisione nell'affrontare le problematiche che investono la professione dei commercialisti.
"L’attuale contesto socio-economico  - ha detto Bui - pone in maniera pressante la questione lavoro. Dal vostro osservatorio professionale, vi rendete ben conto della drammatica realtà di tante persone che hanno un’occupazione precaria o che l’hanno perduta, di tante famiglie che ne pagano le conseguenze, di tanti giovani in cerca di un primo impiego e di un lavoro dignitoso.
Come Provincia cerchiamo di essere quotidianamente a fianco di imprese, lavoratori, disoccupati e giovani in cerca di lavoro.
Nel 2015, solo nella città di Padova, sono stati conclusi  452 tirocini, che rientrano nei 3.472 portati a termine in tutto il territorio provinciale nello stesso periodo.
Diverse sono le iniziative messe in campo dai Centri per l’Impiego di tutta la provincia per facilitare l’incontro domanda offerta, per fornire un servizio di accompagnamento al lavoro per chi è interessato alla mobilità a livello europeo, per ampliare le esperienze formative e le possibilità di reclutamento fornite ai datori di lavoro.
Nell’ultimo anno e mezzo i CPI hanno subito una drastica riduzione del personale ma nonostante ciò, e con le difficoltà imposte a livello normativo, queste strutture continuano ad assicurare un servizio importante alla cittadinanza, dando risposte concrete agli utenti.
Il ruolo delle Istituzioni è quello di favorire la comunicazione tra le varie realtà presenti nel territorio, consapevoli che in Italia molte figure professionali vengono preparate in modo eccellente e spesso vengono richieste all’estero proprio per questo motivo.  Ma questo ci fa riflettere su un nuovo tipo di emigrazione: il trend di chi ha deciso di andarsene è in continuo aumento. Importiamo manovalanza e cediamo cervelli.
Credo sia fondamentale  inoltre lavorare su alcuni pilastri: la semplificazione, la trasparenza, la responsabilità, il miglioramento continuo e mi sento di dire che come Provincia stiamo operando in diversi settori per generare economie di scala dimezzando i costi della governance e degli immobili ad uso amministrativo. E’ un passaggio impegnativo e laborioso, per il quale serve la sinergia e la collaborazione di tutti".

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict