Ufficio Stampa > Comunicati stampa anno 2017 > 165° anniversario della fondazione della Polizia di Stato

165° anniversario della fondazione della Polizia di Stato

11-04-2017

Si è tenuta lunedì 10 aprile la cerimonia del 165° anniversario della fondazione della Polizia di Stato svoltasi nella Sala dei Giganti in piazza Capitaniato.

Erano presenti le massime autorità civili, militari e religiose. Per la Provincia di Padova hanno partecipato il presidente Enoch Soranzo, il vice presidente Fabio Bui e il consigliere Luigi Bisato.

Tra i familiari dei caduti della Polizia di Stato di Padova era presente, quest’anno, anche la vedova del Sostituto Commissario Rosario Sanarico.

É stato proiettato un video realizzato dal regista Gianni Canton che racconta la storia di prossimità, vicinanza e soccorso alla gente della Polizia di Stato a Padova negli ultimi decenni attraverso le immagini della trasformazione nel tempo di uniformi ed auto di servizio.

Dopo l’intervento del Questore, sono state consegnate da parte di alcune tra le autorità presenti le onorificenze e le ricompense ai poliziotti che si sono distinti per particolari operazioni di Polizia.
In particolare sono stati conferiti:  un encomio solenne al VQA Roberto Malvestuto, dirigente del Centro Operativo Autostradale di Padova per un’operazioni di polizia giudiziaria che ha portato all’arresto di due individui per spaccio di sostanza stupefacente; è stato conferito  l’encomio solenne al VQA Vincenzo Zonno, all’Ispettore Capo Luigi Fautelli, ai Sovrintendenti Capo Francesco Paggiaro e Oriella Tobaldo, all’ Assistente Capo Cristian Visentin e all’Agente Scelto Paolo Vitaliti, tutti in servizio presso la Squadra Mobile per la brillante indagine svolta sull’omicidio di Isabella Noventa con l’arresto di tre persone; l’encomio solenne all’Assistente Capo Daniele Cavalletto e all’Assistente Maura Cilla, entrambi in servizio presso la sezione Volanti, per l’arresto di un rapinatore; è stato consegnato l’encomio solenne agli atleti delle Fiamme Oro Desiree Rossit, Silvano Chesani, Ayomide Temilade Oluwatoyosi Folorunso, per i brillanti risultati conseguiti alle olimpiadi di Rio de Janero; la lode al Sovrintendenti Capo Pietro Ungarelli, Assistente Capo Emanuele Molon, agli Agenti Scelti Vincenzo La Notte e Mario Maurizi, tutti operatori della Sezione Volanti, per l’arresto di due rapinatori responsabili anche di sequestro di persona; la lode all’Assistente Capo Marco Ippolito e all’Agente Simone Celeste , operatori della Sezione Volanti, per l’arresto di un rapinatore; la lode all’Assistente Capo Rosario Rampollo, all’Agente Scelto Daniele Piccirillo, all’Agente Roberto Azzarone, all’Agente Juan Manuel Saiu, agli Agenti Giovanni Zampella e Danilo Zarini, in servizio presso il 2° Reparto Mobile di Padova per l’arresto di quattro violenti ultras durante gli scontri nel corso della partita Atalanta-Inter nel gennaio 2016.
Infine, come segno tangibile di riconoscenza,  il Questore Bernabei ha voluto consegnare un attestato di benemerenza al cittadino Lorenzo Caporello che, lo scorso novembre 2016, ha contribuito a salvare una vita umana in procinto di togliersi la vita, nonostante le sue condizioni di salute gli impedissero di intervenire personalmente, allertando con prontezza il 113 mentre tentava di rassicurare l’aspirante suicida in attesa dei soccorsi.
A chiusura della cerimonia il tenore Sovrintendente Capo del 2° reparto Mobile, Gianpietro Ienna, accompagnato al pianoforte dall’ impiegato civile della Questura, Orazio Friso, ha cantato la commovente preghiera del poliziotto, in ricordo ai caduti della Polizia di Stato e per tutti coloro che indossano l’uniforme per tutelare la sicurezza dei cittadini.

 
Bookmark and Share


 

Sottomenù della sezione


 

 
YouTube Facebook Feed Rss Valid XHTML 1.0 Strict