Dopo quindici anni Teolo si conferma ancora una volta la capitale del downhill internazionale. Dal 2 al 5 agosto, la località regina dei Colli Euganei ospiterà 150 atleti di questa affascinante disciplina che si sfideranno a oltre 100 chilometri orari con i pattini e non solo, lungo i tornanti della Sp 43 tra Castelnuovo e il campo di calcio. Il programma del campionato del mondo Downhill 2018 stato presentato dal consigliere delegato della Provincia di Padova Matteo Turetta, dal sindaco di Teolo Moreno Valdisolo e dal presidente del comitato organizzatore Padova Grand Prix Sandro Morandin. 

 “Questa manifestazione è davvero una delle più attese – ha detto il consigliere Turetta – per noi è motivo di orgoglio ospitarla perché certifica la vocazione dei Colli Euganei ad ospitare gare sportive capaci di coniugare l’agonismo alla natura e all’ambiente. È sicuramente una vetrina importante perché ci sono delegazioni da ogni parte dell’Europa e del mondo quindi, come Provincia, riteniamo fondamentale dare il nostro supporto ad eventi che attraggano presenze turistiche e che siano di volano per le eccellenze del territorio. Un plauso va all’impegno degli organizzatori che hanno creduto alle potenzialità dei Colli euganei e al pubblico che ogni anno partecipa numeroso anche grazie ai tanti eventi organizzati per l’occasione”. 

“Siamo giunti alla quindicesima edizione per questa manifestazione che ogni anno porta simpatia, stravaganza e sportività nelle strade di Castelnuovo – ha detto il sindaco Valdisolo – si è consolidata ormai una collaborazione con la comunità collinare, con le associazioni e le Forze dell’Ordine del territorio che non finiamo mai di ringraziare per il loro sostegno e aiuto a fianco al Prof. Morandin per la buona riuscita dell’evento. Un volano mediatico a tiratura internazionale, un’ evento sportivo di alta intensità e una macchina organizzativa con oltre cento volontari che nonostante la temporanea chiusura delle strade e la riorganizzazione della viabilità e delle strade dei Colli porta con sé anche un indotto turistico e commerciale per la zona nella stagione estiva euganea”. 

“Dal 2004, primo anno in cui Teolo ha ospitato questo evento, ho cercato di riunire le tante realtà del movimento downhill mondiale. – ha detto il presidente Morandin – Per la prima volta nella storia di questa disciplina si disputerà a Teolo il mondiale di inline sotto l’egida della World Skate riconosciuta dal CIO ed il mondiale di skateboard e gravity bike IGSA (international gravity sport Association), l’organizzazione USA che per prima ha coordinato gli sport di gravità. E’ un momento storico delle discipline del Downhill”

La manifestazione, coordinata anche dalle Asd RollClub e Torre Skating Club e patrocinata dalla Nuova Provincia di Padova, è sempre molto attesa sia per la spettacolarità della gara, sia per la partecipazione di pubblico che ogni anno assiste alla manifestazione grazie anche ad un programma ricco di eventi. Tante le novità di questa edizione tra cui l’inserimento della specialità gravity bike con apposite biciclette che raggiungono velocità notevoli. 
L’obiettivo del Comitato Organizzatore Padova Grand Prix costituitosi nel 1997 dopo il mondiale di corsa in Prato della Valle, è stato infatti quello di riunire a Padova le più importanti sigle di questa specialità. Quest’anno l’obiettivo è stato raggiunto perché le prove di Teolo saranno valide come Campionato Mondiale World Skate (la nuova denominazione della FISR Federazione Internazionale Roller Sport) e come Campionato Mondiale IGSA (sigla storica del movimento downhill di skateboardig). Inoltre sarà tappa di campionato italiano FISR (federazione italiana Sport Rotellistici) è campionato italiano dell’ente AICS (associazione italiana cultura e sport).
La Strada provinciale 43 si è quindi rivelata un percorso di gara particolarmente adatto alle discipline del cosiddetto gravity sport downhill meglio conosciute come speed down: inline, skateboard, longboard, streetluge, classicluge. 

Il tracciato che collega Castelnuovo al campo di calcio, comprende una parte in rettilineo, un tornante (la curva di Schivanoia) e 7 curve che rendono le discese degli atleti particolarmente spettacolari. Si sfideranno i migliori specialisti delle varie discipline provenienti da 25 Nazioni europee ed extra europee in cerca del titolo iridato. Tutto il percorso è sonorizzato e le immagini dei punti più spettacolari verranno raccolte da una decina di videocamere che saranno trasmesse su due maxischermi alla partenza e all’arrivo. Sulla pista di gara vengono posizionate 3mila balle di paglia per la protezione e dal 2016 anche appositi gonfiabili. La Curva di Schivanoia verrà inoltre protetta anche con materassoni di gommapiuma. 
Tra gli eventi che faranno da corollario alla manifestazione, ci saranno anche esibizioni di pattinaggio artistico con i campioni del Rollclub e la scuola di pattinaggio di Teolo. Tanti gli eventi anche in Piazza Perlasca dove sarà allestita una pista di pattinaggio mobile. 

La kermesse è inoltre resa possibile grazie alla collaborazione di:

  • Pro loco di Teolo
  • Gruppo volontari di San Biagio
  • Gruppo comunale protezione civile
  • ANC associazione nazionale Carabinieri sezione di Abano Terme e Montegrotto 
  • Gruppo radiopiovese Onlus
  • Padova Crono
  • Croce Rossa Italiana sez. Selvazzano

con il supporto delle istituzioni e delle forze dell’ordine.

 

12/07/2018